Domanda

Chi paga per le infiltrazioni in caso di mancata manutenzione dei box da parte di terzi?

RISPOSTA

La proprietaria di un box auto, citava il proprio condominio, chiedendo il risarcimento dei danni subiti dalle infiltrazioni provenienti dalla copertura condominiale. La proprietaria del box chiedeva altresì che venissero effettuati lavori per prevenire il verificarsi di tali fenomeni. Secondo il giudicante, le infiltrazioni d’acqua nel box derivano proprio da tale copertura condominiale. A questo proposito, i giudici hanno precisato che il proprietario è custode di un bene e di conseguenza è responsabile per eventuali danni a terzi. 

Sicché, il condominio è responsabile per i danni causati anche nel caso in cui abbia trasferito ad un terzo poteri di intervento. 

Difatti, l’ente di gestione, risponde ex art. 2051 c.c. dei danni cagionati alla porzione di proprietà esclusiva di uno dei condomini, sebbene tali danni siano causalmente imputabili anche al concorso del fatto di un terzo. 

Di conseguenza, laddove vi sia una corresponsabilità in solido tra più soggetti, ex art. 2055 c.c., comporta che la domanda del condomino danneggiato vada intesa sempre come volta a conseguire per l’intero il risarcimento da ciascuno dei coobbligati (App. Genova 19 ottobre 2021, n. 1057).

SCARICA I DOCUMENTI

Scarica GRATIS i documenti di approfondimento

01.

Guida Pratica: La gestione dei parcheggi condominiali

02.

Rivista: Per poter esercitare il proprio diritto di usare il cortile comune il comproprietario deve avere le chiavi del cancello di ingresso

03.

Guida Pratica: Le attribuzioni dell’amministratore di condominio