Adesso sei qui: HOME PAGE » BANCA DATI PLURIS

Cerchi tra tante banche, ma questa è TOSTA!

Con Pluris online puoi usare i jolly per arrivare ovunque!

Nell’articolo Come usare la “frase esatta” in Pluris, ti ho mostrato come trovare documenti usando la “frase esatta”.

Oggi invece ti voglio parlare di come usare i “caratteri jolly” per le ricerche nelle migliori banche dati.

Prima di parlare di questi fantastici caratteri, voglio però spiegarti perché è importante impostare una ricerca usando i jolly.

Perché usare i caratteri jolly nelle banche dati

Quando fai le ricerche per parola, devi innanzitutto conoscere e quindi prevedere, i termini esatti che ha usato l’autore del documento (sentenza, legge, o commento che sia).

Può sembrarti banale, ma adottare le parole esatte, o per meglio dire le espressioni esatte, non è per niente scontato.

I caratteri jolly hanno la funzione di “espandere” lessicalmente le parole che inserisci nel box di ricerca con il vantaggio di avere tra i risultati, molti più documenti

Non usare i caratteri jolly significa perdere documenti fondamentali per lo studio del caso in esame.

Se sei un Avvocato, ritengo doveroso informarti che sebbene per alcune ricerche puoi trovare davvero molta documentazione, perdere una buona parte di documenti, sia comunque controproducente.

VUOI UNA PROVA GRATUITA PER 15 GIORNI? CLICCA QUI

Come usare i caratteri jolly per le tue ricerche in Pluris online

Come-usare-i-caratteri-jolly-nelle-banche-dati1-1-nnyfnj2m5hifcqjsib27wk66jumoiacnfzvz2bfz4g Come usare i caratteri jolly nelle banche dati BANCA DATI PLURIS

Prima di scoprire come usare i caratteri jolly di Pluris online, devi sapere quali sono e come trovarli sulla tua tastiera.

Non è nulla di complicato, come Avvocato avrai affrontato situazioni ben peggiori che imparare ad usare un programma, quindi non preoccuparti. Serve solo un pò di pratica.

Fai attenzione perchéquello che dirò non funziona con tutte le banche dati!

Ecco quindi i caratteri jolly che puoi usare per le tue ricerche in Pluris online:

  • * (asterisco);
  • ? (domanda)

Questi due caratteri possono essere usati insieme, oppure separatamente ed hanno ciascuno un significato ben preciso.

Imparare ad usare i caratteri jolly è fondamentale per ottenere buoni risultati

Che cos’è e come usare il simbolo ” * ” (asterisco)

L’asterisco serve a comprendere la totalità dei prefissi e dei suffissi, quindi lo puoi usare all’inizio e/o alla fine della parola.

Inserendo l’asterisco all’inizio e o o alla fine della parola, aumenti di molto il numero di documenti pertinenti al tuo caso specifico, questo perché non perdi nessun risultato utile a causa di un’espressione scritta in un modo piuttosto che un altro.

Se ad esempio imposti una ricerca sulla parola “esecuzione”, mancheranno dai risultati espressioni come “esecutività – esecutivo – esecutato”.

In questo caso il problema si risolve facilmente digitando ” esecu* “.

Se stai cercando documenti in materia di “affido”, svolgere la ricerca scrivendo ” affid* “, ti permette di trovare i documenti che contengono sia la parola “affido” che “affidamento”, non male no?

Adesso vediamo come usare l’asterisco, sia prima che alla fine di una parola.

Scrivendo ad esempio ” *ademp* ” nel box di ricerca, trovi tutte le espressioni lessicali della parola “adempiere”, quindi: inadempiente – adempimento – adempiuto – inadempiuto – adempienza – e così via.

VUOI UNA PROVA GRATUITA PER 15 GIORNI? CLICCA QUI
Che cos’è e come usare il simbolo ” ? ” (domanda)

Il punto di domanda serve a coprire la flessione di una sola lettera all’interno della parola che digiti.

Anche in questo caso il concetto è semplice.

Se devi cercare documenti in materia di “appalto pubblico”, usando solo l’espressione al singolare, non avrai tra i risultati, i documenti contenenti l’espressione al plurale.

Invece, usando la dicitura “appalt? pubblic?” ottieni una maggior copertura lessicale, che in questo caso sarà data dalle parole “appalto pubblico” e “appalti pubblici”.

Scrivere “fideiussione” senza coprire l’espressione “fidejussione”, comporta senz’altro un numero minore di risultati. Il problema si risolve proprio con l’uso dell jolly “?”.

Come vedi usare i caratteri jolly è semplice e intuitivo, basta solo un poco di pratica e il gioco è fatto.

Come Avvocato hai le competenze giuridiche – lessicali idonee ad usare i caratteri jolly e ottenere risultati fantastici.

Non ti resta che provare Pluris e scoprire come lavorare con i jolly nelle tue ricerche.

VUOI UNA PROVA GRATUITA PER 15 GIORNI? CLICCA QUI

VUOI LA MIA CONSULENZA?

Posso aiutarti a scegliere i servizi migliori sulla base delle TUE REALI ESIGENZE!

(la tecnologia può fare grandi cose il Tuo Studio Legale!)

GUARDA I VIDEO SU PLURIS